L’anno ormai sta per finire e la maggior parte di noi si fermerà quel momento per valutare e criticare l’anno passato, oltre a pensare a tutte le aspettative e i desideri per l’anno nuovo. Chi resta in Italia mangerà un piattone di lenticchie a mezzanotte, (anche se si respira a fatica dopo il cenone di San Silvestro, e siamo superstiziosi, ma un po’ di soldoni nell’anno nuovo non li disdegneremmo) e brindiamo pieni di speranza all’anno nuovo, felici di lasciarci alle spalle l’alto tasso di Maiunagioia dell’anno passato.

E questo ciclo si ripete.  Anno dopo anno né la biancheria intima rossa, né le lenticchie sembrano dare l’effetto sperato. E allora la domanda sorge spontanea; non è che facciamo qualcosa di sbagliato? Forse la fortuna preferisce essere richiamata in maniera diversa?

Quest’anno non voglio lasciare NULLA al caso. Il mio oroscopo dice che l’anno nuovo sarà il MIO anno (se siete sagittari, sarà anche il vostro) ed io applicherò più “porta fortuna” possibili per assicurarmi che non vi sia spazio per maiunagioia!

Comunque non sono superstiziosa

I gesti di buon auspicio per l’anno nuovo nel mondo

Spagna – Mangiare 12 chicchi d’uva a mezzanotte

In Spagna (e altre nazioni Ispaniche), l’usanza vuole che si mangino 12 chiichi d’uva allo scoccare della mezzanotte; uno a ogni rintocco di campana. La campana di riferimento è quella che si trova in cima alla “Puerta del Sol” a Madrid. Chi riesce a mangiarli tutti rispettando i tempi giusti, avrà fortuna tutto l’anno. La buona notizia è che ci si può allenare prima del grande giorno, e si è autorizzati a preparare l’uva prima togliendo noccioli e pelle!

Come spesso accade, ci sono più credi dietro la motivazione d quest’usanza, una delle quali è datata nel 1882. All’epoca il popolo scendeva in piazza la sera del 5 gennaio per festeggiare i tre re magi, creando confusione e ubriacandosi.  Il sindaco José Abascal y Carredano, per mantenere l’ordine introdusse allora un pagamento di 5 pesetas per festeggiare, facendo diventare la tradizione una festa per pochi eletti. Il popolo come simbolo di protesta decise cosi di recarsi in piazza la notte di San Silvestro, mangiando uva (per rappresentare i ricchi) a mezzanotte.

uva fortuna

Colombia – Fare un giro con la valigia (vuota)

Ogni viaggiatore che si rispetti desidera viaggi e avventura per l’anno nuovo, e per averlo secondo la tradizione Colombiana bisogna portare a spasso la valigia, anche vuota per il quartiere oppure per casa. Tentare non nuoce! Per assicurarsi un anno di prosperità è inoltre bene tenere in mano o in tasca dei contanti. Sempre in Colombia vi è una tradizione in contrasto con la nostra. Per avere fortuna e felicità bisognerebbe indossare della biancheria gialla, rigorosamente nuova!

colombia fortuna

Brasile – Saltare 7 onde

Se siete in Brasile per l’ultimo dell’anno (o volete replicare a casa) vestitevi di bianco e recatevi in Spiaggia. In Brasile la spiaggia è il posto ideale per dare il benvenuto all’anno nuovo, portando fiori banchi in offerta a Lemanjà, la Dea del mare. Se le vostre offerte tornano indietro dopo averle lanciate in mare, il desiderio espresso non si avvererà Fortunatamente potete comunque riprovarci saltando sette onde, rigorosamente con le spalle verso il mare, ed esprimendo un desiderio a ogni salto. Se desiderate molti soldi per l’anno a venire, succhiate invece 7 chicchi di melograno!

Danimarca – Lanciare piatti contro le porte di amici

Ecco, questa particolare tradizione potrebbe non essere vista benissimo se replicato in Italia. In Danimarca si saluta l’anno nuovo lanciando piatti vecchi contro le porte delle persone care come segno di amicizia eterna. I piatti “ricevuto” si lasciano a terra per poi potersi vantare del gran numero di amici che si ha.

Sempre in Danimarca è la regina ad aprire le danze della festa di capodanno con il suo speech annuale che inizia alle 18.00. Per molti significa il via libera per iniziare i festeggiamenti stappando le prime bottiglie di alcolici. Quando si avvicina la mezzanotte invece, e si festeggia a casa, si accende la televisione e ci si mette in piedi sul punto più alto della stanza (di solito una sedia o il divano). Allo scoccare della mezzanotte si salta letteralmente nell’anno nuovo. Il salto simboleggia il riuscire a superare tutte le difficoltà che l’anno uovo potrebbe portare.

Mi chiedo come riuscire a non rompersi una gamba saltando giù da una sedia dopo sei ore di festeggiamento ad alto tasso alcolico… Anche combinare quest’usanza con il mangiare 12 chicchi d’uva non mi sembra una buona idea.

Russia – Bere la cenere di un desiderio

In Russia e nei paesi dell’ex Unione sovietica in generale, bisogna scrivere il proprio desiderio per l’anno nuovo su un pezzetto di carta, bruciarla, e versare le sue ceneri in un bicchiere di champagne (sconsiglio l’utilizzo di un foglio A4 per quest’operazione). Allo scoccare della mezzanotte bisogna brindare con tutti i presenti prima di bere lo champagne corretto desiderio. Attenzione però, il tutto deve svolgersi velocemente perché è importante iniziare a bere prima della fine dell’ultimo rintocco della campana se si vuole vedere il proprio desiderio realizzato! Come in molti altri paesi, è inoltre importante essere felici e allegri all’ultimo dell’anno, perché i sentimenti vissuti durante questa giornata saranno i protagonisti dell’anno nuovo!

Grecia – La moneta della fortuna nascosta in una torta

In Grecia il dolce protagonista della festa è la torta vasilopita in onore di San Basilio. All’interno della torta è inserita una moneta, e il fortunato che troverà la moneta nella sua fetta avrà fortuna tutto l’anno. La torta va suddivisa interamente tra i presenti, e le fette vanno servite dal membro più anziano a quello più giovane. Spesso la prima fetta va a Gesù, e si taglia una fetta anche per membri della famiglia che non possono essere fisicamente presenti.

Sempre in Grecia è usanza appendere una cipolla davanti alla porta come simbolo di rinascita, e spesso durante tutto il periodo delle feste si appende anche un melograno davanti alla porta, che va lanciato con forza contro la porta d’ingresso poco dopo la mezzanotte. La quantità di fortuna che la famiglia avrà nell’anno nuovo sarà proporzionale alla quantità di semi che saranno usciti dal melograno!

fortuna

Filippine – Trovare 12 frutti tondi da tenere in casa

La questione economica è importante nelle Filippine, ed è buona usanza circondarsi di più cerchi possibili per simboleggiare la moneta. E’ buona cosa vestirsi con abiti a pois per l’occasione! Se anche tu desideri più prosperità per l’anno a venire, trova dodici frutti rotondi diversi da tenere in casa. Ognuno dei frutti rappresenta un mese dell’anno. Dovrete inoltre lasciare monete in giro per casa, e assicurarvi di non entrare nell’anno nuovo senza soldi in tasca!

Vietato inoltre mangiare pollo o pesce, perché sono animali che si nutrono di scarti di cibo, e certamente non vogliamo fare la stessa fine nell’anno nuovo. Optate piuttosto per le uova, simbolo di rinascita e riso appiccicoso al quale la fortuna si attaccherà. Poco prima di mezzanotte è importante tenere tutte le porte e finestre di casa aperte per far entrare la buona fortuna (e farlo appiccicare al riso 😉 )

Certo, i Filippini notoriamente non sono un popolo molto ricco, quindi il dubbio sulla buona riuscita del rito scaramantico viene…. Tuttavia provare non nuoce…

fortuna

Estonia – Mangiare sette, nove o dodici pasti nell’arco della giornata

Se desiderate la forza di 7, 9 o 12 uomini nell’anno nuovo, vi consiglio di munirvi di pantaloni elasticizzati, perché dovrete mangiare almeno 7 pasti interi durante la giornata! La stessa tradizione è al contempo un augurio di abbondanza per l’anno a venire!

Scozia – Attenzione a chi sarà il primo a varcare la vostra porta dopo la mezzanotte

Se non avete mai passato il capodanno in Scozia, sarebbe da aggiungere alla lista dei desideri! In Scozia i festeggiamenti per l’anno nuovo vanno avanti fino al 2 gennaio e la festa è chiamata Hogmanay. Diciamo che è la rivincita degli Scozzesi dove i festeggiamenti per Natale sono stati reintrodotti soltanto nel 1958 dopo essere stati bannati 400 anni prima.

Nella tradizione Scozzese è ancora viva quella del “first footing” dove la prima persona a varcare la soglia di casa dopo la mezzanotte definirà la fortuna della famiglia nell’anno nuovo. La tradizione vuole che si tratti di un uomo dei capelli scuri, e che porti in dono del carbone, dei biscotti di frolla, sale, pane e del whisky. E’ probabile che questo augurio vada indietro fino ai tempi dei vichinghi, dove sicuramente trovarsi un omone biondo munito di ascia davanti a casa, non era di buon auspicio…

Chile – Bruciare candele colorate e girare la biancheria intima

Sembra che i Cileni ci abbiano visto lungo, che siano ingordi come lo sia io, visto che hanno combinato gran parte delle tradizioni elencate sopra, aggiungendone dei nuovi. Per riuscire a farli tutti ci vuole una solida tabella di marcia. In Cile è di buon auspicio portare biancheria intima gialla (comprata per l’occasione) durante il giorno s’indossa all’inverso, e dopo mezzanotte si gira per il verso giusto. Contemporaneamente però, bisogna anche mangiare 12 chicchi d’uva, abbracciare qualcuno del sesso opposto per primo dopo mezzanotte, farsi un giro con la valigia, e bere dello champagne che contiene un anello d’oro. (da non bere)

E buona cosa inoltre accendere candele di colori diversi, dove il blu rappresenta la pace, il giallo l’abbondanza, il rosso la passione, e il verde la salute.  Se desiderate più soldi per l’anno nuovo, dovrete mettere delle banconote nelle scarpe.

Insomma, paese che vai usanza che trovi! Se volete combinare le diverse tradizioni per acchiapparvi tutta la fortuna del mondo, preparate un piano di battaglia!

Buon Anno!

fortuna