Letteralmente “montagna bianca”, Tenerife è l’isola con maggior estensione e altitudine tra le isole dell’arcipelago delle Canarie. Situata nell’oceano Atlantico, geograficamente si trova a sud-ovest del Marocco.

Quando andare e come arrivare a Tenerife

L’isola è caratterizzata da un clima sub-tropicale, con temperature medie superiori ai 20 gradi per tutto l’anno con picchi di 30 gradi durante il periodo estivo (e nelle ore piu calde). Questo perché è costantemente rinfrescata dalla corrente oceanica delle Canarie e dagli alisei, che sono provenienti da nord-est. Il periodo migliore per visitarla va da settembre a novembre.

Tutti i principali aeroporti in Italia hanno compagnie che servono Tenerife con voli diretti (da Milano Malpensa c’è easyjet). Il volo dura 4 ore e vi porta direttamente nella parte a sud dell’isola (Tenerife Sur). All’andata guadagnerete un ora grazie al fuso orario (un ora indietro rispetto all’Italia).

Tips: lo sapete che se decidete di andare a vivere a Tenerife e quindi prenderete la residenza sull’isola (sostandovi almeno 6 mesi), potrete beneficiare del 75% di sconto su tutti i voli aerei diretti in Spagna. Questa è un agevolazione del governo spagnolo per tutti i residenti nelle isole.

Come muoversi a Tenerife

All’aeroporto il mio consiglio è quello di noleggiare l’auto per muovervi in totale autonomia: le strade sono ottime (fatta eccezione della scarsa luminosità nella zona di Santiago del Teide), quindi la viabilità à buona. Attenzione a prendere un residence/hotel con posto auto perché scarseggiano sull’isola. Ma soprattutto, fate moltissima attenzione a non lasciare mai oggetti di valore dentro l’auto, perché i tentativi di furto sono molto frequenti (per le auto a noleggio).

Dove alloggiare a Tenerife

Se volate a sud dell’isola, la zona di Los Cristianos è molto comoda per alloggiare e i motivi sono diversi. È vicina all’aeroporto (15 km), vanta diverse spiagge artificiali (di sabbia bianca) sia libere che attrezzate, ha diversi negozi/ristoranti/supermarket etc, e diversi locali per la sera.

Inoltre, dal porto di Los Cristianos partono i collegamenti in traghetto per La Palma e La Gomera (altre 2 isole Canarie).

Noi abbiamo alloggiato a Club Tenerife, un ottimo residence a 3 stelle situato a 15 minuti a piedi dalla spiaggia. Il Club Tenerife offre una piscina all’aperto, una terrazza solarium e uno snack bar a bordo piscina.

Il nostro appartamento era composto da una stanza da letto con 2 letti singoli, più una zona giorno con divano-letto singolo. L’appartamento era equipaggiato con cucina con microonde, frigorifero e bollitore elettrico inclusi. C’era tavolo da pranzo, che non abbiamo mai utilizzato dato che avevamo il terrazzo vista piscina e mare (in lontananza) con un tavolo e sedie. Qui sotto la foto del terrazzino al tramonto.

Club Tenerife

Club Tenerife

Per vostra informazione, sono a disposizione anche una terrazza in comune, una sala per i giochi, una biblioteca e il servizio di navetta aeroportuale a un costo aggiuntivo.

Se vi interessa prenotare, potete farlo utilizzando il codice sconto NTE10 direttamente dal sito www.nexusleisure.com.

Un’altra ottima zona è quella di Costa Adeje, anch’essa molto moderna e attrezza, con tutti i confort per una piacevole vacanza.

Entrambe queste zone sono molto (anzi moltissimo!) turistiche e commerciali: qui non troverete centinaia di palazzi e costruzioni che non centrano nulla con la Tenerife autentica e selvaggia. Per questo motivo utilizzatele come punto d’appoggio, ma munitevi di un mezzo per esplorare questa magnifica isola!

Aggiungo anche che le accomodation al sud sono più care rispetto al nord. I costi, soprattutto in bassa stagione, sono comunque contenuti. Ma se non vi interessa la nightlife, potete pensare ad un alloggio più economico al Nord e quindi essere più vicini a tutti i principali punti di interesse sull’isola.

Cosa fare a Tenerife

Passare del tempo a Tenerife è davvero piacevole, grazie al clima mite nella maggior parte dell’anno, alla comodità e viabilità delle strade che collegano il sud col nord (e viceversa).

La lista delle attività sono tante e per tutti i gusti. Qui sotto troverete un elenco sintetico che sarà articolato in post dedicati alle attività che ho fatto durante il mio soggiorno sull’isola.

Questa isola ha dei paesaggi davvero pazzeschi ed è piena di verde: più vi addenterete nelle colline dell’isola, piu scoprirete la moltitudine di zone verde che la popolano.

L’isola è un punto di interesse per gli amanti del trekking, in quanto offre moltissimi sentieri di varia durata e difficoltà.

Le zone piu interessanti sono quella di Anaga, che è un parco situato al Nord a pochi chilometri da Santa Cruz, e il famosissimo Teide, che è la montagna/vulcano che raggiunge un’altezza di 3718 metri. Il Parco Nazionale del Teide ha 41 sentieri trekking per vivere una giornata immersi nella natura e per ammirare panorami unici.

Teide

Sull’isola ci sono una vasta scelta di spiagge naturali e artificiali. Quelle naturali sono di sabbia scura (vulcanica), mentre le artificiali sono di sabbia dorata.

Quasi tutte le spiagge offrono una zona libera e una attrezzata con i lettini, di cui il costo è contenuto.

La maggior parte delle spiagge ha anche docce e WC, magari a pagamento (ma spesso solo gratuite).

Spiaggia Vulcanica

Spiaggia

Spiaggia Artificiale

L’isola è piena di località e cittadine deliziose dove trascorrere la giornata o anche la serate.

Puerto de la Cruz è piena di ristoranti e bar per la sera, mentre durante il giorno potreste rilassarvi al Lago Martianez o divertirvi al Loro Parque. Il primo è un progetto dell’artista Manrique e consiste in un parco di divertimenti acquatico con tanto di piscine con acqua salata e una sorta di lago. Il secondo, invece, è un parco che ospita animali esotici come tigri e gorilla oltre a tantissime specie di pappagalli.

Bellissimo è Garachico, una tranquilla e pittoresca località di mare, con delle favolose piscine naturali.

Merita una visita anche Icod de los Vinos: raggiungere questo paese vuol dire ammirare un antichissimo esemplare di albero del drago, famosissimo albero a forma di ombrello.

Nomino anche Masca, una cittadina di montagna a nord-ovest dell’isola dove il tempo sembra essersi fermato.

  • Nightlife, mangiare e bere

Se amate le discoteche, le feste, i locali, le scritte accecanti al neon, dovete andare verso il sud. Le località di Playa de las Américas, Los Cristianos e Costa Adeje sono perfette per la vita notturna e qui troverete il maggiore divertimento dell’isola. Non è necessario stare al sud per vivere la movida: si balla fino alle prima luci dell’alba anche a Puerto de la Cruz, o comunque anche qui è vasta la scelta di ristoranti e bar.

Da non perdere uno dei piatti tipici delle isole Canarie: le papas arrugadas (patate che si mangiano cotte con la buccia e tanto sale) con mojo, salsa tipica delle Canarie che può essere di varie tipologie: mojo verde, salsa verde a base di olio d’oliva, coriandolo e aglio o mojo picòn, salsa piccante a base di olio d’oliva, peperoncino rosso e aglio.

Accompagnate il tutto con un bicchiero di Tacoronte Acentejo, rosso tipico dell’isola, o con una Dorada, la birra locale.