Una giornata a Hong Kong

Se vi dovesse capitare di passare da Hong Kong, magari anche solo per proseguire verso altre destinazioni in Asia, valutate la possibilità di farvi una sosta di uno o un paio di giorni per esplorare questa metropoli cosi particolare!

Location perfetta anche da visitare se si ha soltanto 7/8 ore a disposizione. In tal caso è possibile scegliere tra una visita all’isola di
Lantau, dove si trova l’aeroporto internazionale; oppure raggiungere la città di Hong Kong con una ventina di minuti di treno (o taxi poco costoso.) Credo che Hong Kong sia la città con la migliore offerta di trasporti pubblici che abbia mai visto in termini di costi ed efficienza. Muoversi è davvero semplice.

La città è divisa su due isole, l’isola di Hong Kong e quella di Kowloon, molto ben collegate con il traghettino, il bus e la metro. L’influenza Inglese è ben visibile dai numerosi pub in tipico stile inglese, per alcuni negozi presenti anche a Londra; e i famosi bus a due piani. A differenza di molti altri paesi Asiatici qui te la puoi cavare discretamente con l’inglese, e quasi tutto è scritto sia in Cinese sia in Inglese.

Io ho avuto la fortuna di starci qualche giorno, ma condivido con voi un breve itinerario di un giorno che vi lascerà qualche piacevole ricordo.

1. Skyline

Il mio giro inizia alle 8.30, ma adattabile alle proprie esigenze! Adoro viaggiare in relax, pianificando anche del tempo per passeggiare, perdermi tra le strade (lo ammetto, questo non lo faccio solo per scelta…) e semplicemente vivere quello che capita. Il mio hotel si trova a Kowloon (probabilmente se dovessi tornare, sceglierei l’isola di Hong Kong.), quindi si parte con una passeggiata sul lungo mare, ammirando lo skyline più bello del mondo fino a raggiungere il porto “Star Ferry”.

2. Star Ferry

Prendete il traghetto per arrivare a Hong Kong Island. Arriva ogni manciata di minuti e raggiungere l’altra parte richiede poco più di cinque minuti. Costa poco e vi offrirà qualche vista spettacolare! Consiglio di sedersi a sinistra per la vista migliore! Suggerisco di prendere un octopus card in aeroporto che vi darà la possibilità di viaggiare sui mezzi pubblici, traghetti inclusi. I prezzi sono davvero bassi, e nel caso avanzaste del credito, vi sarà rimborsato. in alternativa potete usare la carta anche per la colazione da Starbucks oppure per fare la spesa al super mercato.

Fun fact: L’attraversata con Star Ferry è stata quotata tra le 50 esperienze da fare nella vita dal National Geographic.

raggiungere le scale mobili all’aperto più lunghe del mondo

Dopo aver ammirato la ruota panoramica (e se volete dopo averci fatto un giro), dovrete raggiungere 100 Queen’s road, da dove partono le scale mobili all’aperto più lunghe del mondo. Le scale sono state progettate per permettere ai lavoratori che risiedono sulla collina di raggiungere l’ufficio. Fino alle dieci del mattino andranno in discesa, dopo di vi porteranno in salita.

Per raggiungere 100 Queen’s road è possibile camminare sulla terra regolare usando google maps (…) oppure potete fare come i local e cercando scorciatoie passando dagli enormi grattacieli scoprendo in ognuno di loro un piccolo mondo! (pericolo per shopaholics) In alternativa si possono sfruttare i marciapiedi sospesi con i quali si riesce a raggiungere praticamente ogni angolo della città senza doversi muovere nel traffico. La seconda e terza opzione non sono indicate su Google Maps, ma combinarle tra di loro significa il doppio del divertimento!

Fun Fact: Vi accorgerete che le impalcature d’interi grattacieli sono fatte di bambù! Sicuramente saranno super resistenti (non ne ho visti di crollati) ma non ero serenissima a passarci sotto!

3. Central Mid Level Escalators

A dipendenza di quanto via siate persi, saranno circa le 11 quando raggiungerete le scale mobili. Sarete anche sudati e appiccicosi, una condizione alla quale bisogna arrendersi a Hong Kong… Prendete le scale mobili e scendete ai vari piani per fare un giro tra i tanti barettini, le stradine pittoresche e i piccoli negozietti. Rimarrete sorpresi dalla quantità di occidentali che incontrerete. Questa, infatti, è una delle zone preferite dagli Expats. (e forse anche una delle mie!) Di sera qui avrete una vasta scelta di locali da cui scegliere. Fermatevi in uno dei ristorantini per il pranzo, prima di proseguire alla prossima tappa; il tempio di Man Mo. Per arrivarci dovrete scendere dalla scala mobile a “Hollywood Street”.

4. Il tempio di Man Mo

Il tempio di Man Mo è raggiungibile in 15 minuti a piedi da Hollywood road. Basta seguire le indicazioni che sono molto chiare. Il tempio è dedicato al Dio della letteratura (Man) e al Dio della guerra (Mo). Quello che visiterete oggi è il tempio Man Lo più grande di Hong Kong. Io sono rimasta davvero colpita da questo tempio, un luogo che trasmette qualcosa di mistico da cui lasciarci ispirare. Alcune persone potrebbero avere qualche difficoltà nella respirazione a causa dell’altissimo livello d’incenso! Se anche aveste un credo differente, già che siamo qui, perché non lasciare un desiderio giusto perché “non si sa mai”?

5. Victoria Peak

Anche se avete pochissimo tempo, Il Victoria Peak non lo volete saltare! Da qui, infatti, goderete di una vista spettacolare sulla città e anche i peggiori fotografi qui potranno ottenere scatti memorabili. Ci sono diversi modi per raggiungere il peak, uno del quale è il famosissimo “Peak Tram” che io, però non ho preso poiché ci sono spesso delle lunghissime code per salire. Da brava pigra ho preso un taxi proprio fuori dal tempio che mi ha portato al Peak per una decina di Euro mentre potevo ammirare (e sognare) le enormi ville che incontravo per strada. Potete sempre prendere il tram per scendere, che sarà molto meno affollato! Una volta arrivati in cima saltate il Peak Tower (sempre che non abbiate bisogno di acqua o un gelato) e seguite la strada in discesa.

La “circle walk”

Dopo pochi metri arriverete al punto da dove partono diversi percorsi e voi vorrete fare la Circle Walk. Il percorso totale e di circa 3,5 km, molto piacevole, all’ombra e fattibile per tutti. Potete quindi fare tutto il giro come ho fatto io, oppure se avete poco tempo, potete arrivare fino al punto con la vista più spettacolare (circa 800m) per poi tornare indietro. (assicuratevi di avere dell’acqua con voi) Una volta completata il circle walk fermatevi al bar proprio al termine per una bevanda fredda. Ha un bello spazio esterno in un ambiente rilassante.

Ora tornate verso la città con il peak tram oppure con il bus nr 15! Vi sembrerà di cadere nel burrone, ma non succederà!

Saranno circa le 17.30 una volta tornati in città. Se avevate a disposizione il tempo di uno scalo, potrebbe essere il momento di tornare in aeroporto, ma se avete ancora tempo (ed energia) tornate a Kowloon col traghetto, lasciate riposare i piedi mentre il sole inizia a calare e le luci dei grattacieli si accendono per la notte perchè è qui che la Skyline dà il meglio di sé… e se fino questo momento non eravate convinti sulla “Skyline migliore del mondo”; ora lo sarete!

Dim Sum per cena

Andare a Hong Kong senza cenare a un ristorante di dim sum sarebbe come andare in Italia senza mangiare la pizza… Dicono che i dim sum di Hong Kong siano i migliori del mondo, lascio a voi il giudizio! Scegliete quindi un ristorantino, dove provare i dim sum che andrebbero condivisi tra tutti i commensali. Le bacchette in centro vanno usate per servire le pietanze nel proprio piatto, mentre quelle personali vanno usate per mangiare Non ho trovato nessun posto, dove non vi fosse il menu in Inglese oppure quello con le immagini dove mettere le crocette dietro le pietanze da ordinare, quindi andate sul sicuro. Se scegliete un posto pieno di “locals” e non troppo trendy sicuramente avrete una cena ottima a prezzi competitivi. Una volta fatta la scelta dei piatti bisogna sventolare il foglio per far capire alla cameriera di essere pronti….

hong kong dim sum

Fun Fact: la gente del posto mangia tranquillamente cibo salato misto a quello dolce, un po’ di uno e un o dell’altro…

5. Temple Street

Per terminare la giornata fate un giro a Temple street, dove si trova il mercato tradizionale serale. Troverete qualche interessante souvenir da portare a casa a dei prezzi stracciatissimi (io ho preso delle chiavette USB divertenti da 64gb a 1 eur!) Hong Kong ha una vita notturna molto viva, e i vincitori potranno decidere di continuare la serata in uno dei tanti locali con musica live. Io però non sono un vincitore, per cui tornerò in hotel, mi laverò via l’appiccicaticcio e starò con i piedi per aria per le prossime ore…